Muri umidi...

...o muri asciutti?

Muri umidi o muri asciutti?

Informazioni chiare, corrette e verificabili:

ecco ciò che serve per poter fare una scelta consapevole,

una scelta fondamentale per il futuro della propria casa.

Non bastano semplici opinioni o argomenti commerciali…

Per essere sicuri, ci vogliono risultati e prove certe:

scopri le sperimentazioni scientifiche e le testimonianze di clienti veri

Differenza tra CNT Domodry® e altri sistemi elettrofisici

Contro il problema dell’umidità di risalita nelle murature, il mercato propone sistemi elettrofisici di vario tipo, classificabili in tre categorie:

Apparecchi di tipo passivo (senza alimentazione elettrica)

Trattasi di oggetti di varia forma e dimensione, privi di alimentazione elettrica, che “assorbendo” dall’ambiente una qualche forma di energia non meglio specificata, sarebbero in grado di contrastare l’umidità di risalita nelle murature. I venditori di tali prodotti appaiono molto convincenti nel declamarne l’efficacia, che sarebbe dimostrata però solo dalle testimonianze di presunti clienti che li hanno già acquistati. Dal punto di vista scientifico non ci sono prove tangibili sull’efficacia di tali dispositivi, né per quanto riguarda il principio teorico di funzionamento (che rimane inspiegabile) , né per quanto riguarda i risultati in termini di deumidificazione.  Qualsiasi Università o Centro specialistico, se interpellato, potrà confermare come i suddetti prodotti rispondano esclusivamente a logiche di tipo commerciale che, oltretutto, nascondono spesso frodi o raggiri nei confronti dei malcapitati i quali, non essendo specialisti della materia, non sono in grado di valutare l’ingannevolezza del prodotto offerto. Tra l’altro, questo tipo di prodotti viene quasi sempre fornito obbligatoriamente al contemporaneo rifacimento dell’intonaco, pertanto la mancata efficacia del prodotto non risulta percepibile se non dopo alcuni anni dall’installazione, ovvero quando il nuovo intonaco, dopo un iniziale periodo di tenuta, viene ad essere nuovamente aggredito dall’umidità. Ma a quel punto, ormai, è troppo tardi anche per invocare le garanzie contrattuali, che in genere sono abilmente “limitate” mediante clausole capestro che rendono assai difficile, per il malcapitato cliente, ottenere il rimborso che sembrava essere stato promesso in caso di mancato successo. In alcuni paesi europei – come ad esempio in Austria e in Germania – questo tipo di prodotti anni fa è stato messo al bando perché considerato ingannevole, quando non addirittura una vera e propria truffa, mentre in Italia qualche anno fa “Striscia la Notizia” ha smascherato in TV uno di questi prodotti “magici”, dando così il via alle prime denunce da parte dei clienti raggirati: si tratta ora di attendere che, anche in Italia, la giustizia faccia il suo corso (come avvenuto in passato con analoghi prodotti miracolistici, tipo “Tubo Tucker” o simili).

Nel frattempo, sui Forum “Il Salvaprezzi” del Corriere della Sera e “Dblog” de La Repubblica, si trovano le seguenti informazioni:

Apparecchi a inversione di polarità (con alimentazione elettrica)

Questi sistemi, nati quarant’anni fa in Germania, tentano di invertire il flusso dell’umidità risalente nei capillari del muro agendo in base al principio di “inversione di polarità della muratura”. Se dal punto di vista teorico la cosa può avere un senso (in quanto le molecole d’acqua vengono spontaneamente attratte con il polo positivo verso le cariche negative presenti sulle pareti interne dei capillari), dal punto di vista pratico questi sistemi, a causa delle disomogeneità strutturali insite nella muratura, hanno mostrato in molti anni di applicazioni risultati solo parziali e/o instabili nel tempo, come documentato da sperimentazioni e ricerche condotte da varie Università. Del resto, le aziende che ancor oggi reclamizzano la tecnologia tedesca applicata sin dagli anni ‘80, fingono di dimenticare una cosa: se i sistemi a inversione di polarità fossero realmente efficaci come declamato dai venditori, in decenni di applicazioni l’umidità di risalita avrebbe dovuto essere debellata, mentre invece… è ancor oggi un incubo per molte persone, specie per i clienti che in passato hanno acquistato un sistema di questo tipo, senza averne ottenuto risultati tangibili!

Nel tentativo di nascondere la realtà dei fatti, molte aziende che ancor oggi rivendono sistemi elettrofisici funzionanti a inversione di polarità, tendono spesso a utilizzare messaggi confusori e ingannevoli per far apparire i propri prodotti come assimilabili alla tecnologia a neutralizzazione di carica Domodry®, come documenta la recente sentenza del Tribunale di Venezia pubblicata sul Corriere della Sera!

Per contro, sono già documentati vari casi di edifici prestigiosi che hanno scelto la CNT Domodry® in sostituzione di apparecchi a inversione di polarità ivi installati in precedenza, che non avevano fornito risultati apprezzabili. Ecco degli esempi:

Tecnologia a neutralizzazione di carica CNT Domodry®

La CNT® – acronimo di “Charge Neutralization Technology ”, Tecnologia a Neutralizzazione di Carica – è stata ideata per superare e migliorare l’efficacia dei vari sistemi a “inversione di polarità” già in uso e, per quanto ormai superati, ancor oggi presenti sul mercato. Di fatto, in vari decenni di applicazioni tali sistemi hanno mostrato, nei confronti dell’umidità di risalita capillare, risultati solo parziali e/o instabili nel tempo.

La nascita della CNT® Domodry®, basata su un principio totalmente nuovo e più efficace, è stata resa possibile nel 2009 grazie a particolari scoperte in campo nano-tecnologico avvenute alcuni anni prima presso importanti Università e Centri di ricerca internazionali. Dal 2009 ad oggi si contano oltre 3000 installazioni Domodry® in tutta Italia in immobili di qualsiasi età e tipologia costruttiva, dagli edifici di epoca storica o archeologica sino alle più comuni abitazioni.

La CNT Domodry® differisce totalmente dai precedenti sistemi a inversione di polarità i quali, agendo sulla differenza di potenziale della muratura – molto variabile da punto a punto per via delle disomogeneità strutturali della muratura stessa – risultano solo parzialmente efficaci. Al contrario, la CNT Domodry® agisce “a neutralizzazione” – ovvero direttamente sull’acqua e non sulla muratura – e senza nessuna possibilità di errore, in quanto neutralizza la capacità dell’acqua – sostanza perfettamente omogenea – di lasciarsi attrarre per differenza di carica dalla muratura.

Per tale motivo, la CNT® Domodry® rappresenta oggi l’unico sistema in grado di garantire la totale eliminazione dell’umidità muraria di risalita capillare nel 100% dei casi e illimitatamente nel tempo, come dimostrano i risultati delle sperimentazioni* condotte in modo indipendente da importanti Università.

Una sentenza tutela i Clienti Domodry contro pubblicità ingannevole e tentativi di imitazione

Il Tribunale di Venezia ha pronunciato una sentenza di condanna contro un’azienda che aveva pubblicizzato in modo confusorio ed ingannevole il proprio prodotto con slogan e definizioni ad imitazione della comunicazione Domodry e della tecnologia a neutralizzazione di carica Domodry®…

Leggi la sentenza pubblicata sul Corriere della Sera

L’Esperto risponde

Dott. Ing. Michele Rossetto

Certificato Qing di 2° livello per la specializzazione: Esperto in diagnostica delle patologie edili da umidità e in tecnologie e sistemi per la deumidificazione e risanamento delle costruzioni.

Operatore termografico di 2° Livello UNI EN ISO 9712 per i settori: II (Impianti Industriali) – C (Civile e Patrimonio Artistico).

Direttore tecnico del Gruppo Leonardo Solutions – Domodry, da lui stesso fondato nel 2005.

Ingegnere civile, dalla fine del secolo scorso ha iniziato ad interessarsi, come specialista di diagnostica e termografia, al problema dell’umidità negli edifici storici e residenziali, in risposta al quale ha ideato e poi sviluppato, con le aziende da lui create, l’innovativa tecnologia a neutralizzazione di carica (CNT®) contro l’umidità di risalita.

Autore di svariate pubblicazioni tecniche su tale argomento, collabora da tempo con le più importanti università italiane su progetti di ricerca nel campo della diagnosi dell’umidità e della deumidificazione muraria, attraverso l’applicazione del sistema CNT® Domodry®.

Grande è l’impegno profuso dall’ing. Rossetto nelle attività di docenza rivolte ai professionisti e tecnici dell’edilizia e del restauro, attraverso corsi e convegni di livello nazionale, come quello tenutosi nel marzo 2015 all’Auditorium Parco della Musica di Roma, con oltre 1200 partecipanti provenienti da tutta Italia.

La sua grande competenza – ormai quasi ventennale – nello studio e applicazione nel campo dell’umidità nelle costruzioni, gli è valsa il massimo riconoscimento a livello professionale da parte dell’Ordine Ingegneri di Milano, che gli ha conferito la certificazione Qing di 2° livello per la specializzazione di “Esperto dell’umidità”.

Per tutto questo, l’ing. Rossetto è oggi considerato a pieno titolo uno dei massimi esperti in Italia nella diagnosi dell’umidità e nei sistemi di deumidificazione degli edifici.

Vedi anche:
Certificazione ing. Michele Rossetto
Profilo professionale ing. Michele Rossetto

Hai problemi di umidità in casa?

Hai tentato dei rimedi che non ti hanno soddisfatto?

Hai già provato qualche sistema che non ha funzionato?

Nome e Cognome*

Email*

Telefono

Descrivici il tuo problema

Clicca su "non sono un robot"